MENU CLOSE

Biografia

Regista, sceneggiatore e operatore teatrale nel socialeD

Diplomato presso il Teatro Nucleo di Ferrara, scuola diretta da Cora Herrendorf, utilizza il linguaggio teatrale e video in differenti contesti artistici e sociali. Il focus della sua ricerca ruota attorno al linguaggio del corpo con particolare attenzione al rapporto tra arte e disabilità. Si avvicina al cinema attraverso numerosi workshop di analisi, riprese video, editing e sceneggiatura. Attento al tema del sociale, fonda nel 2008 l’associazione Elevator Bunker con cui sviluppa progetti e laboratori di video-partecipativo e teatro, nelle scuole e in centri educativi, realizzando numerosi cortometraggi e performance. Nel 2009 in collaborazione con il dipartimento di Pedagogia speciale dell’Università degli Studi di Verona scrive e dirige il cortometraggio Cinquanta di questi giorni, uno studio pedagogico in materia di sessualità in presenza di disabilità intellettiva. Una ricerca prodotta con il contributo della Regione Veneto e distribuita a livello nazionale da Aracne Editore di Roma.

Nel 2011 collabora con Alessandro Sciarroni, artista italiano Leone d’oro alla carriera per la danza contemporanea, come video maker nei progetti Folk-s, Will you still love me tomorrow? e Aurora. A partire dal 2012, partecipa in veste di artista visivo a numerosi progetti internazionali di ricerca coreografica promossi da OperaEstate Festival Veneto. Nello stesso anno collabora in veste di performer con il collettivo Jennifer rosa di Vicenza, diretto dalla coreografa Chiara Bortoli, partecipando alle performance Here we are, Stato in luogo e, A different you, presentata presso la Emerson Gallery di Berlino e Mob mobile vulgus, presentata presso Laconia Gallery di Boston. Nel 2013 è co-autore della performance visiva VOR – Very High Frequency Omnidirectional RadioRange,finalista al Premio Arte Laguna Prize di Venezia. Nel 2014 avviene l’importante incontro con la coreografa e danzatrice Silvia Gribaudi con cui inizia a collaborare stabilmente in numerosi progetti territoriali tra i quali First dancee#oggièilmiogiornocon l’obiettivo di valorizzare le persone che vivono un luogo attraverso un’azione performativa collettiva. Nel 2015 realizza il video reportage 88 Giorni nelle farm Australianeprodotto da Fondazione Migrantes di Roma, tratto da una ricerca di Michele Grigoletti e Silvia Pianelli. Premiato al FILEF Film Festival di Sydney, Culture del Mondo Film Festival e selezione ufficiale al Pesaro Doc Festival, Procida Film Festival e Premio Anello Debole. Nel 2016 il reportage è proiettato presso il Senato della Repubblica Italiana all’interno della rassegna “Migrazioni: da Marcinelle a Lampedusa – Capire la nostra storia per guardare al futuro”. Nel 2017 è co-fondatore della società di produzione cinematografica Samekh Film. Nello stesso anno con il collettivo Elevator Bunker realizza la performance dal titolo Bestiario universalecon il sostegno di CSC Centro per la Scena Contemporanea di Bassano del Grappa.

Nel 2019 con Silvia Gribaudi è co-autore dello spettacolo Humana Vergogna,una coproduzione tra #reteteatro41 e Fondazione Matera-Basilicata 2019,un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Collabora alla drammaturgia dello spettacolo Gracese alla nuova creazione Mon jour!, una produzione Zebra in coproduzione con Torino Danza festival, Teatro Stabile di Torino, Teatro Nazionale, nell’ambito del progetto “Corpo links cluster”. Nello stesso anno frequenta il corso di alta formazione cinematografica per sceneggiatori presso Studio cinema di Verona.

Attualmente è impegnato alla realizzazione del suo primo lungometraggio in collaborazione con il produttore Francesco Bonsembiante.